Il gesto ‘inutile’, arrampicare i calanchi

Fine agosto ad Aliano. Il paese dell’esilio di Carlo Levi. Il paese dei calanchi. Un paesaggio ‘inoperoso’, come dice Franco Arminio, poeta, scrittore, cantore del Sud, maestro elementare. Tre giorni di incontri, scambi, musica, nottate, perditempo, parole, salite ai calanchi e ore a guardare il cielo e la luna calante. Per compiere esercizi di ‘paesologia’, il racconto di un’Altra Italia che Franco Arminio, uomo dell’Irpinia Orientale, percorre da anni. Ad Aliano, dal 29 al 31 agosto, uomini e donne cercano di dar vita a una comunità che sfida il consumismo e cerca un cammino. Quasi un resurrezione di un paese che continua a esistere. Attenzione: questa è una rivolta senza armi. Una resistenza. E’ un chiudere e aprire gli occhi di fronte al mondo. A fine agosto lo guarderete da un piccolo paese della Lucania.

Per saperne di più: www.lalunaeicalanchi.it o la pagina facebook di Franco Arminio