Gli uomini del Maggio di Accettura

Gli uomini del Maggio di Accettura

In Lucania sono i giorni nei quali gli alberi viaggiano, si inseguono, vengono trasportati da decine di buoi, si innestano gli uni con gli altri, raggiungono le piazze dei paese e assistono, immobili, alle danze, al cibo, al vino. Poi, alla fine vengono innalzati e alcuni scalatori provano a raggiungere il cielo. Attorno organetti, tamburelli, zampogne e tarantelle. Sono le feste degli alberi, i Maggi di Lucania, nei boschi del massiccio del Pollino e delle Dolomiti Lucane, si ripetono riti arborei che arrivano da noi direttamente dalla storia dei tempi. Oggi sono feste che mischiano il rito profano alla devozione ai santi. A San Giuliano ad Accettura, a Sant’Antonio a Rotonda, a Pietrapertosa, a Terranova del Pollino. Da sabato 7 a martedì 10, il maggio di Accettura. Negli stessi giorni, e fino al 13 giugno, festa a Rotonda. Lo stesso 13 giugno, si alza la pita, l’abete bianco a Terranova del Pollino. E poi, il 14 e il 15 giugno, ci sarà il viaggio dell’albero verso il campanile di Pietrapertosa. La Lucania è una sorpresa.