Taccuino

Letteratura di viaggio

L'idea di una sezione dedicata alla Letteratura di Viaggio tout court è stata concepita proprio per dare spazio non solo a nuovi o consolidati talenti ma, più in generale, a chiunque ami scrivere di sé e delle proprie esperienze, rigorosamente in un contesto di viaggio. Ogni viaggiatore relaziona il sé e le proprie emozioni a un “set”, a un ambiente o a una città, che può essere benissimo anche familiare, quello che alla fine emerge dagli appunti, dalle sensazioni e dalle esperienze, dalle persone e dai luoghi incontrati, è sempre e solo il “viaggiatore” e la realtà che si vuole raccontare.

Giorni di Ghana

  Testo e foto di Andrea Semplici Saltpond, venerdì Un frate dai capelli bianchi seduto di fronte a una donna nella Valle del Silenzio. Una confess...

Ay Nicaragua, Nicaragüita

Testo di Andrea Semplici Foto di Evelyn Flores Mairena Seguo, in un mondo virtuale, quanto scrivono/fotografano, postano gli amici carissimi del Nicar...

n22/ Lucha

Dalla redazione Un luogo pensato da donne per altre donne. Un rifugio e insieme un teatro di battaglie, aspre e faticose. Foto e testo del collettivo WPS ph...

n22/Un mural come un corteo

Dalla redazione A Bogotà. A Cartagena. Opere d'arte vissute, curate, realizzate dai cittadini stessi che a volte si concedono il lusso sacrosanto di ignorar...

Da uomo a uomo

Testo a cura della Redazione Che bel fil rouge quello che lega gli eventi della nona edizione di Pistoia – Dialoghi sull'uomo: rompere le regole. Ventisei ...

C’era una volta una risiera

Testo e foto di Isabella Mancini A Trieste ove son tristezze molte, e bellezze di cielo e di contrada, c'è un'erta che si chiama Via del Monte Incomincia...

Godilonda/L’abbandono

Racconto/cronaca di Andrea Semplici La prima onda Chissà se l’ultimo cliente sapeva di alloggiare (a 165 euro a notte, in una bella primavera) in un a...