Taccuino

Letteratura di viaggio

L'idea di una sezione dedicata alla Letteratura di Viaggio tout court è stata concepita proprio per dare spazio non solo a nuovi o consolidati talenti ma, più in generale, a chiunque ami scrivere di sé e delle proprie esperienze, rigorosamente in un contesto di viaggio. Ogni viaggiatore relaziona il sé e le proprie emozioni a un “set”, a un ambiente o a una città, che può essere benissimo anche familiare, quello che alla fine emerge dagli appunti, dalle sensazioni e dalle esperienze, dalle persone e dai luoghi incontrati, è sempre e solo il “viaggiatore” e la realtà che si vuole raccontare.

Che rimarrà della vacca?

Testo e foto di Irene Loddo L'Argentina è una particolare zona del Mondo, come tutte.  Ciò che più o meno è compreso tra il territorio che va da...

I separi di Cocullo

Testo e foto di Marco Giorgione È inverno, fuori c’è una pioggia insistente, ed è in una domenica così che scopro qualcosa di molto misterioso e attra...

Valpa’

Testo e foto di Irene Loddo Valparaiso (Chile) è una città caledoscopica. L’artista Rodrigo Godoy (@rogod.cl)  rientra nell’ enorme pugno di persone...

Con gli occhi di Vova

Un tour di Ekaterinburg al buio: Vova ci tiene a precisarmi che, spesso, le persone credono di rendersi molto utili con i loro suggerimenti di troppo, ma in realtà fanno solo danno, perché loro non sanno come si vede.

Matera, la prima volta…

'Rari Turisti' Testo e foto di Andrea Semplici Sto affacciato sui Sassi di Matera. Su una linea di confine. Fra piano e precipizio, fra la città nuova e...

La fine del mondo

Testo e foto di Marco Marcone Yamal, nella lingua degli indigeni Nenets che abitano questa terra, significa “la fine del mondo”; è un luogo remoto, bat...