Taccuino

Letteratura di viaggio

L'idea di una sezione dedicata alla Letteratura di Viaggio tout court è stata concepita proprio per dare spazio non solo a nuovi o consolidati talenti ma, più in generale, a chiunque ami scrivere di sé e delle proprie esperienze, rigorosamente in un contesto di viaggio. Ogni viaggiatore relaziona il sé e le proprie emozioni a un “set”, a un ambiente o a una città, che può essere benissimo anche familiare, quello che alla fine emerge dagli appunti, dalle sensazioni e dalle esperienze, dalle persone e dai luoghi incontrati, è sempre e solo il “viaggiatore” e la realtà che si vuole raccontare.

Coast to Coast

Testo e foto di Sebastiano Alessio Delre e Giuseppe Errico “Dai, venite a Milano e poi torniamo insieme a Mola in bicicletta, ve lo organizzo io il per...

Vuoti a rendere

Testo e foto di Simone Sangalli Una delle attività più svolte nei quartieri poveri di Manila è la divisione e rivendita di materiale di scarto, molti fili...

On the road to Camerino

Testo e foto di Andrea Semplici On the road to Camerino (giorno sesto) I musicisti suonano, mangiano, dormono. Dormono appena possibile dopo le notti senz...

Navotas Fish Port

Testo e foto a cura di Simone Sangalli Il Navotas Fish Port Complex (NFPC) è il principale centro ittico delle Filippine e uno dei più grandi in Asia. Il p...

Giorni di Ghana.2

Testo e foto di Andrea Semplici Studiare Walking La terra rossa. La pioggia, heavy rain, si fonde con la notte. Con l’orizzonte delle palme. I torre...

Stretching

Testo e foto di Andrea Semplici Duino, quarto giorno Mirko, maestro di tromboni, uno tosto e allegro, si avvicina a Karol e al suo trombone. E con un pied...

Sant’Anna

Testo e foto di Isabella Mancini Quassù ci si arrivava in mulattiera. La strada, stretta, agganciata al costone della montagna, si arrampica in chiusi torna...

Bach is Jazz

Testo e foto di Andrea Semplici Duino, terzo giorno Tamas, maestro di archi, si preoccupa della macchina fotografica: ‘Non è un momento buono, stiamo s...

Alla luce di una candela

Testo di Ada Bellanova e foto di Bo Chen Lei si fa chiamare Jane. Jane Show, perché il suo vero nome suona più o meno così. I cinesi seguono questo crite...