Autori: studenti della scuola secondaria di I grado di Valeggio sul Mincio (VR)


Che cos’è il mare? Nessuno lo può dire con certezza, perchè per ognuno è diverso. Per uno può essere una semplice distesa d’acqua con un po’ di pesci e sabbia, per un altro magari è la fonte dei ricordi più belli che ha…
Valentina Gottardi

Per me il mare è una distesa di felicità. Il mare può trasmettere diverse emozioni, positive o negative, in base alla persona. A me piace perché lì ho trascorso alcuni dei momenti più belli della mia vita, per esempio l’esperienza della prima escursione in barca e del primo tuffo in mare.
Maria Morelato
Se penso al mare mi viene alla mente l’immagine di una distesa d’acqua salata che mi affascina con la sua immensità, le sue sfumature di colori, le sue profondità e misteri.
Riccardo Faedo

Il mare è pieno di misteri di cui solo alcuni si possono svelare, è lui a decidere se farceli scoprire o no.
Stella Mascagno

Nell’immaginazione di ognuno di noi ci sono sicuramente storie di pirati e di tesori scomparsi. Sfido chiunque a dimostrarmi di non aver mai visto un film sui pirati…. Ancora oggi esistono, anche se non come li vediamo nei film, basti pensare all’Africa o all’Asia sudorientale. Ora cercano di depredare navi da trasporto per poter poi rivenderne il carico.
Ludovica Marangoni

Penso anche che il mare non sia davvero quello che noi vediamo. Il mare parla di molto, è vecchio e saggio, impetuoso… penso che la prima e vera sfida sia quella di vederlo com’è, per poi meravigliarsi di tutto quello che ci dona. Il mare porta a riflettere e il moto delle onde rende tutto facile, comprensibile da tutti. Anche chi non ama molto il mare, cioè non gli va a genio (come a me), deve ammettere che andandoci non si può fare a meno di sentirsi tristi, soli e piccoli rispetto al mondo in inverno e parte del mondo in estate.
Valentina Gottardi

Il mio mare è “soleggiante” d’estate, è pieno di persone che si divertono. Ci sono giorni in cui diventa tempestoso, con onde violente che si scontrano contro gli scogli, quei giorni sono bellissimi. In inverno il mare è burrascoso, puoi sederti a guardarlo, bisogna però stare attenti a non bagnarsi.
Enrico Pisillo, Mario Sembenini, Umberto Tosoni

Ho visto molti mari. Il Mar Tirreno, a Napoli e all’Isola d’Elba, l’Oceano Atlantico, in Portogallo, il Mar Adriatico, in molti posti. Ma il mare non è solo “Una grande massa di acqua salata che circonda le terre emerse”, è anche una cosa soggettiva, diversa per tutti. Con l’olfatto si sente sempre il profumo del pesce delle pescherie, crudo o cotto, ma è sempre buono! Con la vista, ovvio, si vede il mare! Quell’azzurro sfumato col blu o con il bianco che provoca bellissime emozioni! Con l’udito, sento gli uccelli, che stanno volando sopra il mare, forse stanno tornando dalla migrazione? Il gusto è una delle parti più belle, soprattutto per il pesce. Con il tatto, invece, sento l’acqua quando mi ci immergo, e la sabbia che si attacca ai piedi quando esco. Sono andata molte volte al mare, e mi piace molto, ho anche tantissimi ricordi…
Margherita Vesentini

Il mare è scientificamente un ammasso di acqua salata dove si possono trovare varie forme di vita.
Però di per sé, quando diciamo di essere andati al mare, in realtà siamo andati su un bordo di sabbia e abbiamo magari fatto il bagno sul lato del mare. Perché allora andarci?
Leonardo Pietropoli

Il mare… tuffarsi, nuotare, esplorare .
Il mare … rilassarsi in “ammollo” per combattere il caldo.
Il mare … sabbia, castelli, fantasia e famiglia .
Alessandro Gaoli, Mattia Maiorana, Leonardo Turrina

Chi vuole andare al mare?
In genere quando qualcuno fa questa domanda a casa mia risuona un eco di nooooooooo!
Una delle primissime cose che ci vengono in mente quando si parla del mare è molto probabilmente l’acqua. L’acqua del mare è un’acqua salata, quindi non può essere bevuta, e se ti va negli occhi ti brucia come non si sa cosa, e, nella maggior parte dei casi, è pure piena di alghe (ad eccezione dell’acqua cristallina). Senza dimenticare poi che si può anche affogare se non sono presenti dei bagnini.
Tobia Valbusa


A me piace andare al mare, ma non per andare in acqua, o meglio, anche per quello, ma perché a me piace di mattina, quando le acque sono limpide e si vedono i pesci, oppure di sera, quando andiamo a fare i tour della città o facciamo camminate.
Elisabetta Preosti

Il mare è una distesa di acqua salata, che solo a pensarci mi vengono i brividi, il mare è il posto in cui si sta in bikini o in boxer, il luogo più caldo e confortevole del mondo. Ci vivono un sacco di molluschi, se vi piacciono gli spaghetti allo scoglio, cosa aspettate ad andarci ?
E’ il posto di tutti, dove ci si rilassa, si fanno scherzi e si gioca . A volte è un po’ stressante perchè ti entra la sabbia nel costume. Una volta stavo in acqua ad aspettare mio padre, ma prima arrivò un granchio e mi strinse il dito. Non me ne accorsi subito, ma sentivo una leggera pressione sul pollice destro, così lo alzai e ci trovai attaccato il granchio. Ebbi così paura che lo lanciai e tornai sulla spiaggia impaurita e non rientrai in acqua per almeno quattro o cinque ore, beh avevo solo quattro anni.
Alessia Toma

Sono molto felice ogni volta che vedo davanti a me quell’enorme distesa salata. Ogni volta, quando andiamo a fare un tuffo mi viene sempre da pensare: il mare, il luogo dove ti rilassi, ti abbronzi, giochi con la sabbia, nuoti, raccogli conchiglie… Quando arrivo mi scordo subito le cose negative e quando sono in spiaggia sembra che non siano mai accadute. Tornata a casa mi sdraio sul letto e penso lentamente… “Vorrei essere schiuma di mare”… Dico così perché la schiuma di mare galleggia sulle onde…ti trasporta lentamente e con dolcezza senza farti ricordare i pensieri negativi, rilassandoti al meglio. Ho conosciuto persone che avevano paura del mare perché in televisione sentivano parlare di adulti o bambini dispersi… Ma con bandiera rossa o arancio…facevano il bagno… Io allora rispondo: “ Ma credi che sia colpa del mare o della poca responsabilità delle persone?”
Elisa Miglioranzi

Il mare per me non è solo il complesso delle acque salate che circondano continenti e isole, o meglio sì, come per tutti da un punto di vista oggettivo, ma dal mio punto di vista soggettivo è anche divertimento, stare con gli amici, staccare la spina con il resto per una o due settimane, fare il bagno, ricoprirsi tutto il corpo con la sabbia, uscire tutte le sere e molto altro… ma soprattutto relax.
Matteo Benedetti

Ma qual è il lato positivo dell’acqua di mare? L’acqua di mare fa bene ad esempio per alcune terapie (come quando si hanno i piedi tutti rovinati) e poi naturalmente ci si può nuotare, ci si può rilassare prendendo il sole su un materassino oppure giocare.
Un’altra delle prime cose che ci vengono in mente quando pensiamo al mare è la sabbia.
Un aspetto negativo della sabbia è che quando ti entra nel costume umido dà un fastidio terribile (ve lo posso assicurare). Nella sabbia molte persone gettano sigarette, sacchetti di plastica ecc. rendendola più inquinata, teniamo conto anche che i rifiuti gettati sulla sabbia prima o poi arriveranno nel mare, diventando, così, pericolosi per i pesci e non solo. Un altro aspetto negativo è che la sabbia che non è bagnata, nelle giornate di sole, diventa così calda che è praticamente impossibile camminarci sopra a piedi nudi.
Gli aspetti positivi della sabbia sono ad esempio che si possono costruire dei castelli o altre “sculture” (nel mondo ci sono anche dei campionati di scultura con la sabbia, in cui costruiscono opere alte diversi metri); oppure un altro aspetto positivo è quando si cammina sulla sabbia bagnata vicino al mare che è abbastanza rilassante.
Tobia Valbusa

Il mare per me è…guardare il tramonto con la famiglia…fare a gara per chi trova delle conchiglie bellissime…esplorare il fondale marino…sabbia umida sotto i piedi…sole bollente che riscalda…profumo di sale sulla pelle…stare a contatto con la schiuma delle onde…libertà…nuotare nell’immensa distesa di azzurro e blu…brezza marina tra i capelli …creare mega sculture con la sabbia.
Gaia Balzarotti

Quando vado al mare mi piace sentire il profumo dei pini marittimi, un profumo crudo e punzecchiante che mi dà una carica di forza ed energia pura che mi aiuterà a divertirmi nell’arco della giornata.
Mi piace anche il massaggio della sabbia calda sotto i piedi mentre cammino, il vento che mi accarezza i capelli.
Riccardo Faedo

Il mare per ogni persona ha un significato diverso in base ai propri vissuti, ma per me è questo! Il mare è un posto dove vai a rilassarti! Mi piace ascoltare i suoi rumori: il mare che si infrange contro le rocce, il garrito dei gabbiani. Al mare mi piace vedere l’alba e il tramonto: mi danno emozioni molto belle! Continuerò a cercare mari diversi, è la curiosità di scoprire posti nuovi che domina su tutto! Questo è il mare per me, e per te?
Sara Cappelletti

Per me il mare è vacanza e in vacanza sono rilassato, sono più felice e ho quell’energia che mi fa affrontare le giornate con gioia. Il mare è anche profondo e calmo, la sera al tramonto quando il sole brilla sulla superficie mi dona pace e serenità. Mi piace guardare gli abitanti del mare e mi piacerebbe sapere di più sulla vita dei pesci. Un mondo fatto di coralli, spugne, scogli, molluschi, razze, meduse, squali, e migliaia di altre specie che popolano un mondo che mi crea curiosità. Chissà quanti segreti nasconde il mare tra barche affondate, cose smarrite e oggetti rubati dalle onde.
Nicola Barbieri, Lorenzo Pernigo
Il mare è mistero. Sono troppe le parole per poterle scrivere tutte. Al mare mi piace molto osservare la varietà di specie colorate che mi circondano e fare tanti di quei tuffi che poi mi fanno male le braccia. Ma adoro anche arrampicarmi sulle ripide scogliere a picco su quella calma e tranquilla acqua sottostante, che sembra quasi essere pronta a prenderti in caso tu dovessi scivolare. Io non vedo il mare come un tranquillo posto dove si prende il sole. Lo vedo come una enorme casa vivente, come una persona che osserva e impara, ma soprattutto che ci fa imparare.
Beatrice Bottini

Al Mare io mi rilasso perchè è blu e calmo, dandomi un senso di pace interiore che mi distende, infatti il più delle volte quando sono al Mare mi addormento sulla spiaggia. Lì si possono trovare anche tanti Granchietti che a me fanno molto ridere per come corrono. Ma quello che più mi spaventa del Mare, sono gli Squali di cui ho un terrore terribile ogni volta che entro in acqua.
Logan Scali

Il mare per me è sinonimo di vacanze, ma a pensarci bene può anche essere definito libertà, ad esempio dagli immigrati, persone disperate che fuggono dalla fame e dalla guerra. Che affrontano un viaggio lungo e pericoloso nella speranza di trovare una vita migliore.
Ludovica Marangoni

Il mare a me trasmette: felicità, rilassamento e divertimento, è un posto bellissimo, dove puoi trascorrere una lunga e bella vacanza con il caldo che ti abbraccia . Si sentono le risate dolci dei bambini, il fruscio delle onde che si scontrano contro la sabbia e il sole che batte forte sopra gli ombrelloni colorati . Ci sono bellissimi bar dove puoi prendere quello che ti serve: gelati super buoni, ma soprattutto, si mangia benissimo. Ci puoi stare tutto il giorno e ti diverti tantissimo, infatti, è molto bello andarci insieme con degli amici.
Michelle Ogheri

E’ come essere nel relax più totale e vivere le giornate nel miglior modo possibile. Godersi la spiaggia soleggiata, fare i bagni nell’acqua limpida e guardare il sole tramontare mentre si cena. E’ un posto meraviglioso.
Giulia Pizzini

Io quando sono al mare mi sento più rilassata e tranquilla. Mi piace godermi le giornate meravigliose con la mia famiglia e divertirmi.
Alice Mechella

Beh, perché è fonte di relax, gioia e nuove esperienze. E’ come se mollassi per un attimo la tua vita e ti dessi al tuo divertimento e al tuo sfogo, alla tua curiosità e inventiva.
Leonardo Pietropoli

E’ pazzesco rivedere queste immagini! Sento l’aria calda che arriva dal mare con quel leggero venticello.
Giorgia Lonardi
Come si può parlare del mare senza parlare del caldo? Sicuramente i raggi del sole andranno anche bene per abbronzarsi, però bisogna stare attenti a non scottarsi perchè avere la pelle tutta arrossata per le scottature del sole non è neanche molto piacevole. Se il caldo poi è particolarmente intenso bisogna stare attenti a non prendersi un’ insolazione perchè si può anche svenire.
Tobia Valbusa

Il mare è una meraviglia…il mare è molto bello sia di giorno che di notte, al mare ci si diverte, ci si passano le giornate,si sta in famiglia, si possono scoprire varie cose del mare.
Chiara Barranca

Certo non sarà superlativo come la montagna ( Schopenhauer stesso diceva ” la ricchezza è come l’ acqua del mare: più ne bevi più sei assetato” ) però si merita un buon 8+ contro il 10000+lode della montagna. Comunque il mare nella storia è sempre stato un elemento importante sia per il commercio sia come punto strategico per le guerre e le battaglie come quella di Salamina.
Ho deciso di realizzare un video spot con motivi mitologici e storici per non andare al mare.
Gianmarco Foroni

Il fascino del mare coinvolge le persone in modo diverso. A noi hanno colpito in particolare i vari episodi storici della seconda guerra mondiale accaduti nel mare. Ci siamo concentrati nel mettere il nostro protagonista, il mare, al centro della storia. E così abbiamo fatto delle ricerche dettagliate per il nostro sito.
Io (Filippo) ho scelto l’operazione Hercules perché in questa battaglia il mare è stato molto utile, dato che ha aiutato gli Alleati a salvare Malta dalla sua caduta e a salvare i suoi cittadini. Mi immagino alla guida di un aereo sorvolare le acque di Malta e intravedere nel blu le navi inglesi pronte a salvare l’isola.
Inoltre salendo sempre di più potrei vedere il Mediterraneo in guerra, che, nei momenti di tregua, dona ai marinai stanchi e impauriti un momento di pace per prepararsi ad un’altra battaglia.

Io (Gioele) ho scelto lo sbarco in Normandia perché sono affascinato dall’ambiente naturale e dalle particolari maree che caratterizzano questo luogo. Mi immagino di essere di fronte a tutta quella distesa d’acqua, con i piedi sulla spiaggia e di stare lì a pensare a come il mare sia stato protagonista indiscutibile della libertà di tutta l’Europa.
Pochi sono i giorni dell’anno in cui il mare su quelle coste non è soggetto a maree né troppo basse e né troppo alte e questo mi ha affascinato: pensare che l’uomo nel D-Day non abbia potuto decidere, ma abbia dovuto aspettare che fosse il mare a decidere il momento giusto con l’arrivo delle maree per poterlo attraversare.
Penso che vedere l’arrivo delle maree sia uno spettacolo emozionante e non vedo l’ora di assistere a tutto questo.
Gioele Righetti

Io (Luca) ho scelto lo sbarco in Sicilia perché essendo in Italia mi piaceva ricordare alle persone un pezzo di storia della nostra nazione.
Quando ai giorni nostri pensiamo al mare immaginiamo le spiagge e i fondali marini, senza riflettere sul fatto che in passato è stato un teatro di battaglie.
Luca Fazion

Il mare racchiude diverse emozioni per ogni persona.
Per alcuni può esprimere tristezza o per altri comunicare gioia per eventi successi in passato.
Il mare può anche essere associato al ritrovo e all’incontro dei parenti e amici.
Le persone vanno al mare per motivi diversi: ci si può andare per trovare pace e tranquillità dopo una giornata intensa di lavoro o di scuola, oppure per sfogarsi ed eliminare i pensieri negativi, o per trascorrere le vacanze estive.
Maurizio Della Ragione, Alessandro Morelato, Lorenzo Pezzini, Ratta Matteo

Il mare sembra avere un’energia propria, forte e indomabile allo stesso tempo, senza che niente la fermi. Il mare dà una sensazione di tranquillità, sembra che non ci sia nessuno oltre a te, di essere senza peso e senza materia. Guardando l’orizzonte sembra infinito. Quando vedi un animale marino hai voglia di seguirlo, di accompagnarlo nel viaggio della vita.
Stella Mascagno

Il mare mi suscita delle emozioni che non riesco a spiegare perchè sono tutte positive.
Il cuore di un uomo è molto simile al mare, ha le sue tempeste, le sue maree e nella profondità ha anche le sue perle . Martina Polato