Senza titolo1

 

 ‘Zeri è lontana. Zeri è fragile. Zeri è uno dei  centri del mondo. Zeri, soprattutto, non  esiste’. Zeri è Ersilia, città invisibile di Italo  Calvino. Zeri è un nome collettivo: 37 paesi  disseminati in quattro valli. Crinale fra  Liguria e Toscana.

Qui, nel 1944, una notte di dicembre, cadde un aereo, uno Sky-Train, un C47 Douglas da trasporto. Aveva appena sganciato rifornimenti alleati per i gruppi di partigiani della Lunigiana. Una storia lontana. Il sacrificio di sette uomini venuti dall’Illinois, dal Connecticut, dall’Inghilterra. Zeri, a settanta anni di distanza, non ha smarrito la memoria di quell’aereo. Il 27 aprile, alle 10.30, al Comune del ‘paese che non esiste’, Mauro Malachina e Antonio Pagani racconteranno nuovamente di quell’aereo perduto e degli uomini del suo equipaggio.