A cura di Isabella Mancini

Un ritrovamento fortuito, trentasei piccole lastre riportano la lancetta del tempo indietro. Dal 12 dicembre al 12 gennaio al Museo di Roma in Trastevere una mostra interattiva celebra i 140 anni delle relazioni diplomatiche tra Bulgaria e Italia. “La Bulgaria attraverso lo specchio del tempo” è il titolo di questa esposizione curata da Irina Dilkova e Milena Kaneva. Lo spettatore può intraprendere un viaggio immersivo nel mondo bucolico della Bulgaria di 100 anni fa, attraverso un percorso multimediale costituito appunto dalle 36 preziose lastre fotografiche che descrivono l’epoca in cui sono ambientate le foto, dal punto di vista storico, etnografico, geografico, diplomatico. Proiettati sulle pareti del museo, le lastre di vetro raccontano, nella loro versione animata, luoghi e costumi della Bulgaria degli anni ’20 e ’30 del ’900. Questi antichi reperti fotografici erano stati conservati, avvolti in fogli di carta sbiadita scritti a macchina: si trattava di missive diplomatiche, notiziari Reuters o BTA degli anni ’20 e ’30. Le notizie più interessanti che raccontano le vicissitudini dell’Europa del tempo sono state stampate nel formato dei giornali dell’epoca e fanno parte del percorso di visita della mostra.

La storia di come quelle lastre fotografiche sono arrivate fino a noi è altrettanto pittoresca. Marko Bliznakov era un ingegnere portuale, sposato con una italiana, Petronilla Veneziani, di Trieste, dove visse come uomo d’affari e come console onorario della Bulgaria in Italia. Tra il 1920 e il 1930 ingaggiò alcuni fotografi per immortalare momenti di vita quotidiana bulgara.

La Bulgaria Attraverso lo Specchio del tempo
12 dicembre 2019 – 12 gennaio 2020
Orari da martedì a domenica 10.00-20.00
24 e 31 dicembre 10.00 – 14.00

Chiuso lunedì (ad eccezione di lunedì 22 aprile 2019 – Pasquetta – in cui il museo sarà aperto al pubblico), 25 dicembre, 1 gennaio e 1 maggio.