Numero 25 – Autunno 2019

Dall’online alla carta.
Controcorrente.
Il primo numero di Erodoto108 c’è.

Ce lo abbiamo sotto gli occhi e ne siamo orgogliosi. Chi l’avrebbe detto fino a qualche mese fa? Però questa estate gli amici di Erodoto hanno lavorato duro, non sono solo andati in giro per il mondo, come cercano di fare il più possibile.

E ora eccolo qui: il primo numero di carta di Erodoto 108, realizzato grazie alla collaborazione con gli amici editori di Bottega Errante, con cui siamo sicuri di poter percorrere un lungo cammino insieme.

Siamo piuttosto contenti di come è venuto, nonostante lo scotto che ogni debutto deve pagare. Però siamo soprattutto curiosi di sapere cosa ne pensate voi.

In questo numero

Il numero 25 è composto dal racconto sulla Patagonia dello scrittore-viaggiatore Tito Barbini; dal reportage fotografico di Vittore Buzzi su La festa dei morti a Oxaca (World Press Photo nel 2013); dalle storie di viaggio su Samarcanda di Tino Mantarro e sulla Transiberiana di Caterina Orsenigo.

Al centro della rivista il Dossier dedicato all’India: il reportage fotografico di Lucia Perrotta sul Briji Festival in Rajasthan (presentato al Prix della Photographie di Parigi e all’International Photography Awards di Londra); il Gange, dalla sorgente con Aldo Pavan a Varanasi con Tommaso Vaccarezza e Elena Janni. Al viaggio di Pasolini nell’India del 1961 raccontato da Susanna Cressati, fanno eco le immagini di Giovanni Mereghetti del 2017.

Il popolo dei Parsi è fotografato da Majlemd Bramo, mentre Paolo Ciampi racconta la storia di un indiano di Firenze e Francesca Cecconi quella di William Pearson, segretario di Tagore, morto misteriosamente a Pistoia e qui sepolto. Concludono il dossier indiano un incontro con la poesia di Arundhati Subramanian e le illustrazioni di Andrea Rauch per la storia di Siddharta.

Abbonati subito, ti conviene!

4 numeri direttamente a casa tua a
35 euro anziché 40 euro.


Istruzioni:
1) Scarica il modulo di abbonamento in PDF
2) Compila il modulo
3) Ci serve la tua firma in calce, per via della privacy, per cui devi scansionarlo (o fotografarlo decentemente).
4) Invia una mail a info@bottegaerranteedizioni.it
Allega alla mail:
– scansione del modulo compilato e firmato;
– ricevuta del bonifico.


E per chi vuole condividere ancora di più il nostro percorso, potete anche iscrivervi a Gli Amici di Erodoto.